ultime notizie

Un’altra Italia, nuovo singolo di ...

L’artista è colui che riesce a esprimere attraverso la sua opera pensieri, emozioni, sentimenti che appartengono a tutti e in cui ognuno può riconoscersi. Una volta c’erano gli intellettuali ...

Daniela Mastrandrea

Mondi Paralleli

I viaggi dentro noi stessi sono tutto fuorché facili: per ascoltarci, metterci in discussione e accettare i nostri limiti sono necessarie forza e umiltà. Se poi il bisogno di compiere un viaggio verso gli altrove che costellano il nostro universo interiore si manifesta ineludibile e all’improvviso, allora la difficoltà rischia di diventare ancor più grande. Eppure in Mondi Paralleli, ultimo lavoro della pianista Daniela Mastrandrea, non si percepiscono tracce né di scoramento né di fatica. Anzi, se vogliamo dirla tutta, questo disco trasuda serenità, pace ed equilibrio.

Come fa, dunque, Daniela Mastrandrea a tirar fuori un itinerario musicale e personale così tortuoso, rendendolo però al contempo di facile fruizione? Oso azzardare che il suo segreto sia nel modo in cui affronta la vita: le risposte che dà nelle interviste scritte hanno sempre un tono estremamente leggero e spensierato, e come se non bastasse spesso conclude con un’emoticon sorridente, a voler sottolineare ulteriormente lo spirito con il quale tutti dovremmo affrontare la nostra esistenza. Se poi guardate un video in cui suona, state pur certi che il vostro sguardo si sposterà quasi subito dalle  mani della Mastrandrea ai suoi occhi: il suo è lo sguardo di chi è davvero perso in chissà quanti mondi paralleli, e noi si rimane lì, ancorati a terra, a provare quella che ha tutta l’aria di sembrare una sorta di invidia buona per quella dimensione fatta di note, pensieri, parole che hanno semplicemente un alfabeto diverso da quello che usiamo quotidianamente.

Insomma, in un’epoca in cui è richiesta una sempre maggior serietà, ecco che questa talentuosa pianista, a modo suo ribelle come i suoi ricci, ci tiene per mano attraverso i suoi ricordi, i suoi passati non conclusi e i suoi progetti, oggettivandoli e facendo sì che anche l’ascoltatore possa immedesimarsi nelle situazioni raccontate. Il tutto mantenendo sempre un sorriso di fondo che esclude a priori qualsiasi tipo di angoscia. Prendete per esempio il brano Il mio tormento. La sentite, la sonorità ironica e beffarda? Io, personalmente, i miei tormenti li vivo in balia delle mie emozioni negative, invece Daniela riesce a rendere tutto più semplice, più gestibile, mai doloroso.

Daniela non compone. Daniela scrive. Scrive quasi di getto, come se al termine della giornata invece di aprire il suo diario personale scegliesse il pianoforte come custode di quei segreti che poi, generosamente, condivide. Nativa di Gravina in Puglia, città barese a cui è molto legata (a proposito, ecco qui il video di Mondi paralleli con la regia di Domenica De Leonardis, che è diventato colonna sonora per l’iniziativa ‘I luoghi del cuore’ del FAI, con immagini bellissime sul ponte romano e dintorni) Daniela Mastrandrea ha già un curriculum di tutto rispetto tra premi e riconoscimenti internazionali, a cui se ne aggiunge uno, freschissimo. Parliamo de ‘L’Artista che non c’era - sez. Strumentale’, che il 18 luglio riceverà a Milano nella sede del CPM di Franco Mussida. Un brano che sarà inserito nella prestigiosa Audioteca (basata sugli stati d’animo) di ‘Co2-Musicaincarcere’, l’iniziativa che tende a portare sollievo alla popolazione carceraria e voluta fortemente proprio da Franco Mussida, patrocinata dal Ministero di Giustizia con il sostegno della Siae.

Mondi paralleli è un inizio, un viaggio, una meta, una nuova ripartenza.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Domenica De Leonardis
  • Anno: 2020
  • Durata: 52:04
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Sentieri
02. Tra le foglie
03. Danza lenta
04. Nel mio sentire
05. Sulla via del ritorno
06. Qui ed ovunque
07. Il mio tormento
08. Mondi paralleli
09. Amaro indelebile
10. Al calar della sera
11. L’ignoto
12. In tutte le cose
13. La stanza dei ricordi
14. Jèlena

Brani migliori

  1. Sulla via del ritorno
  2. Il mio tormento
  3. Amaro indelebile