ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

La rosa e la sposa - debutto solista per Enrico Fridlevski

La strada che porta Enrico Fridlevski a questo “La rosa e la sposa”, singolo uscito lo scorso 13 luglio e prodotto da Ferdinando Arnò (Malika Ayane, Raphael Gualazzi) è certamente una strada non rettilinea, più che una strada forse una specie di prisma musicale dove le facce sono il suo diploma in canto lirico al conservatorio di La Spezia, la musica dance prodotta con la Sony e la Emi, il passaggio alla scrittura in italiano e l’incontro con la Carosello per la quale pubblica con il suo gruppo Vick Frida il singolo Ti racconto, con a seguire l’album Cine_Pop, e infine la contaminazione con il mondo della chitarra acustica contemporanea nelle corde di Giovanni Baglioni (con lo spettacolo D'istanti non distanti).

Enrico Fridlevski ci dà un altro assaggio, in questo primo passo da solista, di quella sua capacità cinematografica di raccontare storie dentro alle canzoni, già ampiamente dimostrata con gli album assieme ai Vick Frida. La rosa e la sposa è una canzone di mare, che non raccoglie però in sè l'universo di immagini vacanziere ed effimere tipiche della stagione ma apre la strada immaginata di un viaggio, un vento sulla riva, un passaggio di gambe veloci di una bella ragazza che corre chissà dove. I colori sono quelli caldi di un tramonto, una banda antica che suona leggera, e i vicoli di una qualunque città di porto, in una linea immaginaria che va da Genova a Marsiglia.

Attendiamo curiosi di scoprire di che colore saranno le altre facce aggiunte a quel prisma, e se questo singolo sarà l'apertura di un prossimo disco. 

 

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento